ZONE MORTE AD ANELLO (various species)

    Questa malattia è una forma parassitaria della famiglia dei funghi. I funghi vivono nel terreno e sulle foglie infette per tutto l'anno.
    Questi funghi si alimentano sottraendo all'erba le sostanze nutrienti di cui hanno bisogno.
    La malattia si diffonde sul prato attraverso le spore. Queste spore vengono sparse da vento, aria, acqua e dal calpestio delle persone.
    Questa malattia compare quando il prato è sottoposta a vari fattori di stress quali la vecchiaia dello stesso, la temperatura o innaffiatura e sfalcio impropri.
    In genere questa malattia compare su prati maturi di oltre un anno ma a volte colpisce anche prati seminati da poco. I sintomi si possono intensificare in terreni argillosi o molto compatti.

    Zone Morte ad Anello
    COME RICONOSCERE LA MALATTIA DA ZONE MORTE AD ANELLO

    I sintomi di questa malattia includono quanto segue:

    • La malattia crea sul prato degli anelli ingialliti con erba sana all'interno dell'anello
    • Le foglie diventano di colore giallo come paglia e muoiono dalla punta in giù
    • A motivo del risultato visivo questa malattia viene definita a nche a "occhi di rana"
    • Inizialmente le zone sono di 5-10 cm di diametro soltanto ma possono espandersi a raggiungere i 30-50 cm di diametro
    • Anche se i sintomi sono più visibili quando il fungo è più attivo durante i periodi umidi e freddi, gli stessi a volte si possono vedere durante le stagioni più calde
    • Durante i mesi caldi ed asciutti i sintomi possono riapparire a motivo del caldo e dello stress idrico

    COME TRATTARE LE ZONE MORTE AD ANELLO

    Questa malattia è difficile da controllare.
    Correggi le abitudini di manutenzione per limitare il problema.
    Di seguito troverai alcuni consigli su cosa evitare e cosa fare per prevenire e curare le zone morte ad anello:

    • Quando la malattia è ai primi stadi gli anelli possono essere scavati fuori con una pala per sbarazzare il terreno delle spore di malattia. Rimuovi l'erba ed il terreno per una profondità di 15-20cm. Lava la pala e qualunque altra apparecchiatura da giardinaggio compreso la falciatrice prima di utilizzarla nuovamente per impedire alle spore spargersi. Rastrella la zona, riempi il buco di terriccio e trasemina la zona con seme a miscela di loietto che è più resistente alla malattia
    • Se la zona è molto infetta rimuovere tutti gli anelli è irragionevole
    • Dai sempre al tuo prato la giusta quantità di acqua. In circostanze normali bisogna innaffiare abbondantemente ed in profondità ma se il prato è è infetto da zone morte ad anello è preferibile dare piccole quantità di acqua frequentemente
    • Non innaffiare di notte. L'acqua che rimane sul prato la notte fa fatica ad aciugarsi e favorisce il diffondersi della malattia attraverso le goccioline di acqua
    • Falcia frequentemente il prato ad un'altezza di 5-8 cm con una lama affilatissima
    • Dai la giusta quantità di fosforo e di potassio e spargi azoto a lenta cessione
    • Controlla lo stato di compattezza del terreno che può favorire i sintomi della malattia. L'arieggiatura meccanica contribuisce a rendere il terreno meno compatto.